CHI RESTA
di Francesca Bellino

Di qui non mi muovo

Quando fa giorno come tutti i giorni

e il gallo canta più volte

e la bambina scopre la neve

Di qui non posso partire

anche se tu mi saluti come altri

e raggiungi il mondo

di chi ha il coraggio di andare

Io da qui non mi sposto

legata al terreno del mio essere

respiro sulle tre colline

le lacrime dell’assenza

Ma io non posso lasciare

la vita delle mani antiche

e della confidente montagna muta

che insistente ripete di restare

fedele alle usanze dei boschi

e devota a scendere e a salire

tra sciami di ricordi

le scale della solitudine

Quando fa notte come tutte le notti

io non devo scappare.



29 marzo 2012

Basilicata mon amour – Ke Nako – Roma