"E' ancora vivo! Lucio Battisti risorge attraverso i mezzi di comunicazione" ha origine da un tesi in Teoria e tecnica del linguaggio giornalistico discussa da Francesca Bellino all'Università di Salerno il 27 luglio 2000 per la facoltà di Scienze della Comunicazione. Dopo poco più di un mese diventato un libro che non può definirsi una banale biografia su Lucio Battisti. Non il racconto del suo trapasso tra la vita e la morte. Non la storia della sua esistenza mitica. Ma un viaggio nel mondo della stampa italiana. E' un'analisi del comportamento dei giornalisti nei confronti del cantante di Poggio Bustone. E' un'esplorazione dei meccanismi che hanno mosso gli organi d'informazione in seguito alla sua morte. E' la ricostruzione della sua "resurrezione" attraverso i mass media. Il Battisti uomo-cantante per questa volta viene messo da parte per lasciare spazio all'icona, all'immagine che i mezzi di comunicazione hanno costruito e proiettato sul pubblico istituzionalizzando il suo mito alimentato giorno dopo giorno dalla massa adoratrice dei fan. La prefazione di Federico Vacalebre, critico musicale de "Il Mattino". Il disegno di copertina di

E' ANCORA VIVO! 
Lucio Battisti risorge attraverso i mezzi di comunicazione

Luigi Siniscalchi disegnatore di Dylan Dog per Bonelli Editore.

  Introduzione
A chi appartiene la vita di un artista? E' nel cercare di rispondere a questa domanda che nasce il volume "E' ancora vivo! Lucio Battisti risorge attraverso i mezzi di comunicazione" che a sua volta nasce dall'idea di svolgere una tesi di laurea rivoluzionaria, fuori dai canoni tradizionali, lontana dal sapere accademico privo di movimento, dinamica, gioia, ma viva, vissuta intensamente, ricca di emozioni, densa di situazioni percepite sulla pelle, nel cuore, nell'animo, non lette, studiate, memorizzate, sottolineate, trascritte e copiate passivamente. Non senza entusiasmo, palpitazioni, non senza vedere in faccia gli autori delle frasi virgolettate inserite tra le pagine bianche di una tesi che non sarà letta mai da nessuno, ma che necessita di frammenti "virgolettati" per essere tale.
I "virgolettati" del mio lavoro che oggi il libro che avete fra le mani, invece sono reali, sono vissuti, sono raccolti col sudore a termine di una giornata di lavoro, all'uscita da una metropolitana, appena sveglia dopo un'idea avuta

IN LIBRERIA
bookstoreLIBRERIA.htmlLIBRERIA.htmlshapeimage_3_link_0shapeimage_3_link_1
ARTICOLI
articles
BATTISTI_VIVO.htmlBATTISTI_VIVO.htmlshapeimage_5_link_0shapeimage_5_link_1